OMC 2015, Mediterraneo hub energetico del futuro

26 marzo 2015
Rinnovabili Italia5

Risparmio energetico, sviluppo delle risorse domestiche di idrocarburi e maggiore utilizzo delle rinnovabili, mantenendo il rispetto degli standard di qualità all’interno del quadro normativo condiviso. Sono questi gli obiettivi principali del Offshore Mediterranean Conference & Exhibition 2015 (OMC) che punta a trasformare l’area del Mediterraneo in un vero e proprio hub energetico. L’idea di base è infatti quella di diminuire la dipendenza energetica dall’estero e creare un corridoio per un’Europa che possa contare su un approvvigionamento di energia interno e sicuro. La XII edizione dell’OMC in corso a Ravenna che si chiuderà domani 27 marzo, mira infatti a promuovere la valorizzazione delle risorse energetiche e minerarie italiane e al tempo stesso attrarre investitori nazionali ed esteri. Particolare attenzione, infine, è stata rivolta alle rinnovabili con l’Italia che ha già raggiunto gli obiettivi 2020. Per questo OMC si è proiettata al futuro con il “Focus on the change: Planning the next 20 years” che - come ha sottolineato il presidente di OMC 2015 Innocenzo Titone – vuole essere l'arena di confronto sui temi energetici mondiali con un focus particolare sui Paesi del Mediterraneo e sull'Europa".